Ottimizzazione apertura/gestione studio odontoiatrico

 


Apparecchiature Rx e sviluppo

 

- Inizialmente scegliere tra ortopanoramico o radiologico endorale,      

potrebbe essere sconsigliabile all'avvio di una nuova attività di dotarsi di entrambi: le spese di gestione potrebbero essere troppo alte riaspetto alle reali necessità. Meglio partire con un buon radiologico endorale e poi semmai in base all'affluenza investire su un ortopanoramico, anche di seconda mano, la tecnologia di 2/3 anni fà è ancora attuale e funzionale.

aquistare l'ortopanoramico sempre e comunque in leasing/rate,   sia per motivi fiscali che di copertura economica, potrete ripagare l'apparecchio mensilmente durante e con il suo utilizzo senza dover anticipare tutta la somma subito.  

 

- Inizialmente potrebbe essere sconveniente investire su un RGV, costro troppo elevato, meglio partire con sistematiche più economiche come ad esempio quelle autosviluppanti e poi semmai in base all'affluenza acquistare un RVG, anche di seconda mano, la tecnologia di 2/3 anni fà è ancora attuale e funzionale. Bene aquistare RVG sempre e comunque in      leasing/rate, sia per motivi fiscali che di copertura economica, potete ripagare l'apparecchio mensilmente con il suo utlizzo senza dover       anticipare tutta la somma subito. Per piccole esigenze, il costo di una lastrina autosviluppante è di sicuro più conveniente rispetto a quella prodotta con sistemi elettronici (RVG).

Meglio investire su Ortopanoramico e mantenere autosviluppanti per endorali.

 

- Per creare schermature rx di zone o locali studio richieste dall'esperto qualificato non rivolgersi a ditte che propongono schermature di tipo "classico/ospedaliero",non sono assolutamente necessarie ed hanno costi di realizzazione altissimi.

In commercio esistono pannelli certificati in cartongesso con integrati metalli schermanti,si trattano e si montano come delle semplici pareti in cartongesso,lo spessore dello strato schermante varia in base alla potenza dell'apparecchio radiologico,essi sono corredati di apposito stucco,sono altamente convenienti e possono essere montate da semplici cartongessisti.


Dipendenti

 

- Con le nuove normative all'interno dello studio odontoiatrico tutti sono considerati "dependeti":collaboratori esterni,assistente alla

poltrona,segretaria,odontotecnico,addetti alla pulizia dello studio e probabilmente anche l'addetto al ritiro dei rifiuti speciali,ogni figura di natura specialistica o tecnica che metta piede all'interno dello studio è da considerarsi come "dipendente".

In presenza di uno studio odontoiatrico associato composto per esempio da 2 dentisti,uno è considerato "titolare" e l'altro "dipendente".

 

*Il titolare di studio avente personale alle proprie dipendeze (es. assistente alla poltrona) deve affidarsi ad un consulente del lavoro e disporre dei seguenti documenti: 

 

- DVR (Documento valutazione dei rischi)

 

 ed essere in possesso dei seguenti attestati:

 

- RSPP (Datori di lavoro) (Si può nominare anche un tecnico esterno)

- RLS (Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza)

- Addetto al primo soccorso

- Addetto antincendio 


Impianto elettrico

 

- A chiusura dello studio oltre che chiudere sempre rubinetto generale dell'acqua,abbassare tutte le levette dell'impianto elettrico non necessarie (Es. spie led e similari).Dove possibile tenere in tensione solo quelle inerenti alle luci d'emergenza.Così facendo si ha meno spreco di energia = bollette meno salate e diminuzione del rischio d'incendio/allagamento.


Locali studio ed immobile

 

- Scegliere locali accatastati come A10 in immobili preferibilmente di nuova costruzione,costruiti secondo normative energetiche di ultima generazione,questo permetterà un risparmio energetico e minore dispersione termica = bollette meno salate.

Per i locali preposti scegliere sempre porte da 80/90 cm,mai inferiori;porta d'ingresso dello studio,dove possibile,preferibilmente che si apra verso l'esterno con maniglione antipanico;per evitare di dover investire soldi su costosissimi impianti di ricircolo aria in ogni stanza dei locali è bene sia presente una finestra con rapporto 1/8 rispetto alla metratura della stanza stessa.

Mai scegliere locali dentro un immobile privo di ascensore,o con ascensore di piccole dimensioni,o con scale d'ingresso ecc.,l'ideale sarebbe piano terra con accesso diretto.Ricordarsi sempre delle normative legate a garantire l'accesso ai disabili.Mai scegliere locali dove non ci sia possibilità di parcheggio per gli utenti.Se si pensa di avere dipendenti concepire i locali con 2 bagni ed una stanza spogliatoio.Ricordare che le regolamentazioni/normative variano da Regione a Regione.

 

 

* Chiedere al costruttore/propietario di disporre dei seguenti documenti:

 

- Certificato d'agibilità dell'edificio rilasciato dal Comune

- Relazione tecnica protezione intemperie edificio fatta da ing.

- Progetto dell'impianto elettrico dei locali fatta da ing.

- Dichiarazione di conformità dell'impianto elettrico dei locali

- Dichiarazione di conformità isolamento acustico fatta da ing.


Nettezza urbana

 

Ricordarsi che per il calcolo annuale "nettezza urbana" l'ufficio comunale preposto deve sottrarre dal totale dei mq2 dello studio i mq2 della stanza dove sono collocati i contenitori dei rifiuti speciali.

 

* Se lo studio è di 100 mq2 e la stanza dove sono collocati i contenitori dei rifiuti speciali è 25 mq2 il calcolo "nettezza urbana" deve essere fatto su 75 mq2 (100-25=75).


Previdenza integrativa

 

- Evitare di pensare alla pensione come un obbiettivo da raggiungere,gestire le proprie economie per vivere al meglio ora.

Concentrarsi piuttosto sulla valorizzazione del proprio studio ed 

implementazione del pacchetto pazienti perchè in futuro lo studio stesso potrebbe rappresentare la vostra risorsa previdenziale migliore.  


Rc Professionale

 

- Scegliere Rc professionale con massimali base = polizze valide ma a costi ragionevoli;evitare di investire soldi su aggravamenti di rischio,polizza vita,perdita dell'uso delle mani,ecc.,il senso con il quale vengono proposti questi prodotti spesso è di natura psicologica.

Meglio investire su polizza infortuni con diaria,durante l'arco dell'anno può capitare con più probabilità di averne necessità.

Concentrarsi piuttosto a lavorare secondo scienza e coscienza,fare buone diagnosi e buoni trattamenti,evitare categoricamente di mettere mani e verbo là dove non si ha preparazione o non si è sicuri,meglio delegare a specialisti.Spiegare sempre dettagliatamente al paziente il piano di trattamento con pro,contro e rischi,tenere in ordine documenti paziente (Cartella clinica,consenso informato,ecc.) così facendo si avrà una bassissima probabilità di incorrere in problemi.


Requisiti tecnici apertura studio

 

Ricordarsi che i requisiti tecnici e di conformità per l'apertura di nuovi studi odontoiatrici possono variare molto da Regione a Regione.

Download
MANUALE TECNICO PER L'APERURA DI NUOVI STUDI ODONTOIATRICI
Requisiti tecnici apertura studio odont
Documento Adobe Acrobat 47.9 KB

Riscaldamento/climatizzazione

 

- Evitare riscaldamenti a gas,scegliere dove possibile riscaldamenti con termoconvettori elettrici che staccano automaticamente una volta raggiunta la temperatura desiderata e riattaccano al suo calare.

Scegliere tipologia di termoconvettore con funzione riscaldamento per l'inverno e climatizzazione per l'estate,unico apparecchio doppia funzione.Così facendo si ha meno spreco di energia = bollette meno salate, oltre ad evitare spese di "revisione caldaia a gas".


Riscaldamento Acqua

 

- Evitare di utilizzare il gas per avere acqua calda,visto l'uso sporadico che se ne fa in studio,molto meglio generarla tramite scaldabagno di piccole dimensioni acceso solo al momento del bisogno.Così facendo si ha meno spreco di energia oltre a non avere spese di "revisione caldaia a gas".


Regimi fiscali 

 

- Nel momento in cui si apre per la prima volta la p.iva dotarsi di un buon commercialista,con neo-p.iva evitare regime ordinario e regime dedicato alle nuove attività imprenditoriali,indirizzarsi su regime dei minimi e mantenerlo fino a che la legge lo consente.


Strumenti elettromedicali ed impianti

 

- Investire su un buon riunito,compressore,aspiratore chirurgico,turbina,micromotore,ablatore è di fondamentale importanza.Se si blocca una di queste apparecchiature/strumenti si blocca il lavoro,e se si blocca il lavoro si blocca la produzione.

Evitare di spendere soldi inutili per far montare od integrare monitor su riunito,clinicamente non serve a nulla,serve solo a far scena,investire quei soldi in cose più utili.

Bene sempre e comunque acquistare tutto in leasing/rate,sia per motivi fiscali che di copertura economica,potrete ripagare strumenti/apparecchi mensilmente durante e con il loro utlizzo senza dover anticipare tutta la somma subito.

Se si pensa di rivolgersi a collaboratori per coprire branche specialstiche

es.:implantologia/endodonzia, evitare di acquistare come studio le apparecchiature specialistiche ma chiedere al collaboratore di utilizzare le proprie così da eviatare investimenti iniziali troppo elevati.Evitare assolutamente di investire soldi su apparecchiature che rischiano di essere utilizzate pochissimo,nella scelta essere efficaci ed essenziali,poche cose ma buone.


Utenze

 

Stipulare contratto per la fornitura elettrica secondo reali esigenze,è inutile pagare forniture per 4 Kw se poi se ne utlizzano realmente 2.

 

Stipulare contratto per la fornitura elettrica a prezzi bloccati secondo "maggior tutela".Eviate fornitori a prezzi vantaggiosi ma variabili,si potrebbero avere sorprese.

 

- Eviare linea telefonica fissa,meglio numero di cellulare dedicato allo studio e divulgato ai pazienti,questo eviata costi fissi di linea telefonica oltre che facilitare e migliorare la propria reperibilità.

 

- Eviare di avere internet tramite linea telefonica fissa,meglio chiavetta usb "ricaricabile",questo eviata costi fissi di linea telefonica/internet.

 

- Eviatare assolutamente contratti per apparire su cataloghi telefonici,ormai non li consulta più nessuno ed andranno via via scomparendo;evitare anche maggior parte delle piattaforme web a pagamento che promettono incrementi esponeziali di pazienti,iscrivere lo studio solo a quelle gratuite.

Investire invece su sito internet studio,ricerche Google,Google Places,Google Analytics,Social Network ecc..,molto semplici da creare e gestire a costo 0.

 

- Rifiuti speciali: stipulare contratti di ritiro a chiamata e non ad obbligo mensile,così facendo si possono programmare i ritiri all'occorrenza risparmiando soldi per ritiri inutili.